FAQ

FAQ

Cos'è EASI?

EASI è l’Ente di Assistenza Sanitaria Integrativa per i dipendenti dei Centri Elaborazione Dati, delle società tra professionisti, degli studi di professionisti non organizzati in ordini e collegi e delle agenzie di servizi per il disbrigo di pratiche amministrative.   

L'iscrizione ad EASI è obbligatoria? 

L’iscrizione dei dipendenti al Fondo è obbligatoria per tutte le aziende che applicano il CCNL dei CED

Chi può essere iscritto ad EASI?

Possono essere iscritti al Fondo tutti i lavoratori assunti con il CCNL dei CED, con contratto a tempo indeterminato (compresi gli apprendisti) o con contratto a tempo determinato superiore a 12 mesi.

In che misura deve essere versata la quota per i lavoratori part-time?  

Per i lavoratori assunti a tempo parziale i versamenti di cui sopra saranno comunque dovuti in misura intera. In caso di un dipendente con più rapporti part-time, nell'ambito di applicazione del presente C.C.N.L., sarà dovuta una sola iscrizione all'EASI.  

Quali sono le quote da versare al Fondo Easi?

ll versamento al Fondo Easi si compone di un contributo ordinario (mensile) da versare trimestralmente tramite bonifico bancario e di una quota Una Tantum (quota di iscrizione).

La quota una tantum da pagare solo all'atto dell'iscrizione è di € 40,00 per dipendente.

Il contributo ordinario mensile da versare e' pari ad euro 14,00, di cui euro 13,00 a carico del datore di lavoro ed euro 1,00 a carico ciascun lavoratore iscritto al Fondo Easi.

Come versare il contributo ordinario?

I versamenti delle quote di iscrizione e di contribuzione devono essere effettuati tramite bonifico bancario. Il Fondo Easi, provvederà trimestralmente in corrispondenza delle scadenze (I dettagli per il versamento sono consultabili dalla home page alla voce "Iscrizioni e Contributi" —  "Contributi") ad inviare all'indirizzo e-mail specificato al momento dell'iscrizione una distinta di pagamento nella quale sono indicate le coordinare bancarie su cui effettuare il versamento.

Come versare la quota d'iscrizione?

La quota una tantum sarà addebitata al datore di lavoro nella prima distinta utile a seguito dell'iscrizione sul portale on line.   

Come comportarsi nel caso in cui l'azienda non riceva la distinta di pagamento?

Ad ogni scadenza il Fondo provvede in maniera automatica a generare le distinte di pagamento che verranno inoltrate all'indirizzo e-mail da Voi specificato.

L'azienda è tenuta ad comunicare tempestivamente l'eventuale variazione dell'indirizzo e-mail. Non sarà imputabile al Fondo la mancata ricezione della distinta per variazioni di indirizzo e-mail.

Le distinte, una volta generate, sono disponibili anche on line accedendo con le proprie credenziali d'accesso alla pagina riservata "Gestioni Pagamenti". E' onere dell'azienda accertarsi di aver ricevuto trimestralmente la distinta di pagamento.

Al fine di adempiere correttamente ai versamenti nel rispetto delle scadenze, l'azienda è tenuta a reperire la distinta, scaricabile anche on-line.   

Le quote da versare per il Fondo Easi sono interamente a carico dell'azienda?   

I contributi sono interamente a carico dell'azienda.

Il contributo di solidarietà del 10% all'Inps deve essere versato?

Sì il contributo all’Inps del 10% calcolato sul contributo ordinario deve essere versato in quanto obbligatorio per tutti i fondi integrativi

Come si effettua l’iscrizione, la variazione o la cancellazione dei dipendenti ad EASI?

Accendendo nelle relative aree riservate ( Centro Servizi / Consulente / Azienda ) dal sito del FONDO con la login e password attribute dal fondo stesso

E' possibile inserire un indirizzo pec?

No. L'indirizzo PEC potrebbe non riconoscere l'invio delle mail automatiche.  

Da quando un dipendente iscritto ha diritto ad usufruire alle prestazioni?

Come da Regolamento (art. 3), le prestazioni di assistenza sanitaria sono dovute, per gli eventi che insorgono a partire dal 1° giorno del 7° mese successivo alla "data di decorrenza del versamento ordinario", con le deroghe previste dal regolamento. 

Di quali prestazioni può usufruire il dipendente?

L’elenco delle prestazioni di cui può usufruire si trova nella “guida al piano sanitario”.

Il dipendente che cessa il rapporto di lavoro con l'azienda che lo ha iscritto a Fondo Easi, ha ancora diritto ad usufruire delle prestazioni?

Il diritto alle prestazioni è condizionato al regolare versamento dei contributi e si protrae, dopo la cessazione dell'attività lavorativa, per un periodo di tempo corrispondente alle mensilità versate dall'azienda.   

Nel cedolino paga del dipendente viene evidenziato il versamento del contributo del datore di lavoro ad EASI?

L'azienda deve evidenziare nel cedolino il contributo ordinario maturato.   

Il dipendente viene informato della sua iscrizione ad EASI?

E’ onere dell’azienda informare il dipendente dell’avvenuta iscrizione al Fondo

Se dopo l'iscrizione non si ricevono le credenziali di accesso da cosa può dipendere?

Significa che l’indirizzo e-mail inserito al momento dell’iscrizione non era corretto e pertanto è necessario contattare il Fondo

 

 

 

Le strutture del fondo EASI